cavatelli

Come fare i cavatelli

I cavatelli col sugo di pomodoro fresco per noi sono il porto sicuro che trovavi in tavola dalla nonna quando andavi a pranzo da lei, sono quel piatto preparato con pochi ingredienti e in poco tempo, ma con tanto amore e un "mangia che devi crescere" infilato lì tra una forchettata e l'altra. Sono quello che ci teneva occupati da bambini nelle mattine in cui di andare all'asilo proprio non ci andava e allora "Vieni a nonna, che facciamo due" minuicchi" (sì, qui in Puglia li chiamiamo così). E dopo che li avevi fatti, li mangiavi e non vedevi l'ora perché te li eri preparati da solo e la cosa ti procurava un certo orgoglio.
Sono la nostra infanzia, che ritorna e ci fa sentire che quei sapori lì non li dimenticheremo mai, ma resteranno sempre in un cassettino della nostra memoria, pronti a riaffiorare al primo nuovo assaggio.
"Chi tene a mamma è ricco e nun o sape", dicono a Napoli, noi aggiungiamo che se la mamma (o la nonna) gli ha insegnato pure a fare i cavatelli, allora è ricchissimo, e non ha più bisogno di niente.

INGREDIENTI

Ingredienti per 4-5 persone:
360 g di farina
40 g di semola
Acqua tiepida q.b.

RICETTA

Procedimento:

Mettete la farina e la semola su un piano di lavoro, fate un buco al centro con le dita e iniziate a versare l’acqua a filo, impastando con la mano libera.
L’impasto non ci impiegherà molto a rassodarsi, quando accade, smettete di aggiungere acqua e lavoratelo un po’, “stracciandolo” e ricompattandolo più volte, finché non sarà liscio e omogeneo.
A questo punto tagliatene una parte, diciamo circa un quarto e riponete il panetto restante tra due canovacci, ben coperto, oppure su un piatto coperto da un altro piatto, in modo insomma che non passi l’aria.
Infarinate il piano di lavoro e iniziate a stendere la pallina che avrete ricavato con le dita fino a formare un cordoncino (potete farne più di uno alla volta se lo ritenete necessario) spesso all’incirca un centimetro. Cospargete di farina il cordone e tagliatelo a cubetti piuttosto piccoli (1cm).
A questo punto prendete uno dei cubetti ricavati ed esercitate una pressione decisa ma delicata con il dito medio dall’esterno verso l’interno, fino a “cavarlo” letteralmente, otterrete così i vostri “cavatelli”.
[Vi sveliamo un trucchetto, se volete i vostri cavatelli più sottili, “cavateli” con due dita (indice e medio), anziché con uno.]
Ripetete l’operazione con tutto l’impasto a disposizione, infarinate ancora i cavatelli se necessario per tenerli separati tra loro.
Versate in acqua già portata a bollore e salata e cuocete per qualche minuto.
Condite con sugo di pomodoro fresco o con quello che più preferite.
Buon appetito!

con cosa abbiniamo "Come fare i cavatelli"

consiglia

CONDIVIDI SUI SOCIAL
Ricetta pan brioche soffice

Ricetta pan brioche soffice

Avete presente quei pan brioche buonissimi che alle feste vanno sempre a ruba e voi vi ritrovate lì al tavolo del buffet a ripiegare sulle ultime patatine avanzate?
Bene, è arrivato il momento di farveli da soli, così nessuno potrà rubarvi l'ultimo pezzo. A meno che non viviate con gente davvero molto cattiva, che perde la dignità davanti a un buffet.
Ok, effettivamente ci sentiamo chiamati in causa anche noi. Vabbè, potete sempre prepararne uno a testa, così nessuno si farà male!
Per questa ricetta "Fooduria approved" dobbiamo ringraziare la nostra amica Vittoriana Dilorenzo.
Grazie Vitti, è davvero super!

INGREDIENTI

Ingredienti:
500 g farina
250 ml latte
1/2 cubetto di lievito di birra
50 ml di olio
1 cucchiaino di olio
Un pizzico di sale

RICETTA

Procedimento:

Nel latte tiepido versate l’olio e l’uovo e mescolare.
Sciogliete il lievito con un po’ di acqua o latte insieme al cucchiaino di zucchero e aggiungetelo al composto, unite 1/3 della farina e impastate. Quando la farina sarà assorbita completamente, aggiungete la restante parte e continuate a impastare fino ad ottenere un impasto liscio e sodo (non appiccicoso).
Fate lievitare due ore, coperto da pellicola.
Dividete in sei parti il panetto e formate due trecce.
Fate lievitare per un’ora circa.
A questo punto, spennellate le trecce con un tuorlo d’uovo sbattuto con una tazzina di latte.
Cuocete in forno statico a 180° per 35 minuti.
Tirate fuori dal forno e fate raffreddare per una decina di minuti e farcite a vostro piacimento.

In alternativa potete farcire il pan brioche anche prima di infornarlo, stendendo completamente la massa e dividendola in sei parti, mettendo gli ingredienti al centro e arrotolandole su se stesse, formando poi le trecce con le parti già farcite.

con cosa abbiniamo "RICETTA Pan brioche soffice"

consiglia

CONDIVIDI SUI SOCIAL
ricetta pizza napoletana

Ricetta Pizza Napoletana

È soffice e sottile, ma dai bordi alti e croccanti. Nel 2017 "l'arte del pizzaiulo napoletano", di cui la pizza napoletana è prodotto tangibile, è stata dichiarata dall'UNESCO
come patrimonio immateriale dell'umanità. [fonte wikipedia]Ma più di tutto questo, è davvero BUONA. La preparazione della vera pizza napoletana richiede pazienza, tempo e attenzione, altrimenti non sarebbe così eccezionale.
Noi ci abbiamo provato e vi diremo la verità, il risultato ci è piaciuto parecchio.
Quindi munitevi di pazienza, 24 ore di levitazione e accettate questa fantastica sfida culinaria/artistica. Anche perchè come diceva Pino Daniele
"Fatte ‘na pizza c’a pummarola ‘ncoppa
vedrai che il mondo poi ti sorriderà."

INGREDIENTI

Ingredienti per 3-4 pizze:
500 g di farina 0
300 ml di acqua
1 g di lievito di birra
12 g di sale
500 ml di passata di pomodoro
Un po’ di sale
Un filo d’olio
Qualche foglia di basilico
400 g di provola (o mozzarella)

RICETTA

Procedimento:

Sciogliete il lievito nell’acqua a temperatura ambiente. Aggiungete quindi metà della farina, e impastate fino ad ottenere una cremina. Quindi unite la farina restante e il sale. Impastate bene, fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Ci vorrà un quarto d’ora circa, ma ne varrà la pena. Trasferite quindi l’impasto ottenuto su una spianatoia infarinata e date all’impasto la forma di una pagnotta. Trasferitela in una ciotola infarinata, copritela con della pellicola trasparente, e fate lievitare a temperatura ambiente per 6-8 ore (noi vi consigliamo di preparare l’impasto la sera prima del giorno in cui desiderate mangiarla, quindi magari il venerdì per il sabto).
Rovesciate l’impasto su una spianatoia infarinata, dividetelo in 3-4 pezzi e formate dei panetti. Disponeteli in un contenitore infarinato distanziati tra loro. Se il contenitore è a chiusura ermetica, meglio, altrimenti sigillatelo con vari giri di pellicola trasparente. Mettete il contenitore in frigo e lasciate riposare per 8-12 ore.
Preparate un sugo di pomodoro condendo la passata con un filo d’olio, il basilico e il sale, e cuocete per una decina di minuti. Tagliate la provola (o mozzarella) a dadini.
Trascorse le 8 ore, riprendete i panetti dal frigo e fateli tornare a temperatura ambiente, per almeno mezz’ora.
Preriscaldate il grill del forno e posizionate la griglia, dove metterete la padella antiaderente, sul secondo piano più alto del forno, vicino al grill.
Ora, aiutandovi con le mani infarinate ed eventualmente una pala anch’essa infarinata, sollevate un panetto e adagiatelo sul piano infarinato, meglio se con della semola rimacinata, che non brucia in cottura.
Esercitate una leggera pressione al centro del panetto con le dita, per spingere l’aria verso i bordi.
Continuate quindi a stendere il panetto allargando la parte centrale prima con le dita e poi con i palmi delle mani, senza mai toccare i bordi. Cercate di dare alla pizza una bella forma tonda, lasciando il cornicione bello gonfio.

Preriscaldate una piastra o una padella antiaderente per una decina di minuti, finché non diventare rovente. Spostate quindi delicatamente la pizza sulla sua superficie. Condite con la salsa di pomodoro. Aggiungete la provola, del basilico fresco ed un filo d’olio a crudo.
Cuocete a fuoco medio-alto finché il cornicione non inizierà a gonfiarsi e controllate spesso il fondo per verificare che sia ben cotto.
A questo punto mettete la padella sulla griglia del forno e cuocete per circa 1 minuto ad opzione grill. Se necessario, avvicinate la padella al grill (sul piano più alto del forno) per completare la cottura. Trasferite la pizza su un piatto e servitela subito.

con cosa abbiniamo "RICETTA PIZZA NAPOLETANA"

consiglia

CONDIVIDI SUI SOCIAL
Ricetta Zeppole di San Giuseppe

Ricetta delle Zeppole di San Giuseppe

Sapete perché a San Giuseppe si mangiano le zeppole?
Noi ci siamo documentati un po' e abbiamo scoperto diverse storie a riguardo, ma una ci ha colpito in particolare:
stando a quanto narra la leggenda, San Giuseppe, oltre a svolgere il mestiere di falegname, per mantenere Maria e Gesù, si improvvisò anche friggitore e venditore ambulante di frittelle.
Beh, che fate, non ci provate anche voi a improvvisarvi santi o pasticceri (che poi le due cose, a nostro avviso, sono molto simili, eh! 😛) per un giorno?
P. S. Ringraziamo la nostra amica, Liliana Dilorenzo per la ricetta della pasta choux, che è una bomba! 😍

INGREDIENTI

Ingredienti per la crema pasticcera:

1lt di latte
3 tuorli d’uovo
2-3 cucchiai di zucchero
3 cucchiai di farina

Ingredienti per pasta choux:

200 g margarina (o burro)
500 ml acqua
300 g farina
6 uova
Un pizzico di sale

RICETTA

Prima di iniziare con l’impasto delle zeppole, preparate la crema pasticcera, di modo che abbia tempo per raffreddarsi.

Qui ve ne suggeriamo una veloce e non troppo dolce.

Procedimento per la crema pasticcera:
In un pentolino versate 1 l di latte, appoggiateci dentro un colino e metteteci 3 tuorli d’uovo e 2-3 cucchiai di zucchero, mescolate con un cucchiaio finché uova e zucchero non si saranno sciolti nel latte e aggiungete 3 cucchiai di farina, mescolate fino a completo scioglimento della farina, togliete il colino e portate il pentolino sul fuoco a fiamma media, mescolando con un cucchiaio di legno, finché la crema non si sarà addensata. Spegnete il fuoco e fate raffreddare, mescolando di tanto in tanto per evitare che si crei una patina in superficie.

Procedimento per la pasta choux:

In una pentola mettete acqua, margarina e un pizzico di sale, mescolate (preferibilmente con una spatola in legno) fino a quando il composto non sarà del tutto liquido. Aggiungete la farina setacciata in un solo colpo e mescolate fino a quando il tutto non si staccherà dalle pareti della pentola. Spegnete e lasciate raffreddare. Aggiungete le uova uno per volta facendole incorporare bene, poi mettete il composto ottenuto in un sac à poche.
Su una teglia da forno rivestita con carta forno formate le zeppole, con movimenti circolari, come a voler formare dei dischi, facendo due giri uno sull’altro, della dimensione che preferite. A questo punto mettete le vostre zeppole in forno preriscaldato a 160° per qualche minuto, fino a che non si staccheranno dal fondo, e poi friggetele in abbondante olio bollente, avendo cura di rigirarle ogni tanto.
Scolatele e mettetele in un piatto rivestito di carta assorbente.

[Se le preferite al forno (in tal caso, cari i nostri traditori della patria, chiuderemo un occhio perché anche noi ne abbiamo fatta qualcuna al forno, sempre per i famosi sensi di colpa che ogni tanto riaffiorano) impostate il forno a 210° per 15-20 minuti circa, controllandole di tanto in tanto.]

Una volta che le zeppole si saranno raffreddate, guarnitele con la crema pasticcera, aiutandovi nuovamente con il sac à poche. Completate, aggiungendo un’amarena al centro della crema.

con cosa abbiniamo "le Zeppole"

consiglia

CONDIVIDI SUI SOCIAL
4 zucchine medio-grandi
2 patate piccole
1 cipolla
1 gambo di sedano
4-5 pomodori
1 carota
Olio qb
Sale qb

Vellutata di zucchina

Lo sappiamo, questi giorni oscillano tra grassi saturi e carboidrati lardellati.
Capiamo benissimo che in questo periodo il sollievo è il comfort food, ma per sentirvi meno in colpa quando tornerete a concedere il vostro cuore a un panzerotto (e il vostro fegato all'olio di semi di girasole), volevamo proporvi una soluzione light ma allo stesso tempo davvero buona.

INGREDIENTI

Ingredienti per 2 presone:
4 zucchine medio-grandi
2 patate piccole
1 cipolla
1 gambo di sedano
4-5 pomodori
1 carota
Olio qb
Sale qb

RICETTA

Procedimento:
Iniziate preparando un brodo vegetale con mezza cipolla, il gambo di sedano, i pomodori e la carota, il tutto ricoperto da abbondante acqua e mettete a bollire aggiungendo un po’ di sale grosso.
Intanto tagliate a cubetti non troppo grossi le zucchine e le patate, mettete da parte e tritate la cipolla avanzata. Scaldate un filo d’olio in una padella e aggiungeteci la cipolla tritata, dopo qualche minuto unite i cubetti di zucchine e patate. 

Fate rosolare per alcuni minuti e aggiungete un paio di mestoli di brodo vegetale, coprite e fate cuocere, mescolando ogni tanto e aggiungendo altro brodo. Una volta che le zucchine e le patate saranno cotte, assaggiate e, se è il caso, aggiustate di sale.
Frullate tutto con un un minipimer a immersione e impiattate con un filo d’olio e un po’ di pepe.

con cosa abbiniamo "vellutata di zucchina?"

consiglia

CONDIVIDI SUI SOCIAL
ricetta hamburger

American Vibes – Ricetta Hamburger

ricetta hamburger

Ok, avete finito di leggere il libro rimasto nel cassetto da ormai 18 lune, avete messo in ordine cassetti che non avreste mai pensato di aprire. Bene, ora siete indecisi tra l'uncinetto e l'ipotesi di mettere in ordine la collezione dei vostri francobolli dell'ex Unione Sovietica.
Ma prima di gettarvi in quest'entusiasmante attività (non abbiamo nulla in contrario), pensavamo di proporvi una terza strada: burger buns!
Di seguito, trovate ricetta e procedimento. E se decidete di cimentarvi in questa preparazione, mandateci pure delle foto dei vostri piccoli capolavori, sempre se riuscite a non addentarli prima!

INGREDIENTI

Ingredienti per Burger Buns:
250 g farina 0
250 g farina 00
250 ml latte
12 g lievito di birra
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaio di miele
50 g burro (ammorbidito e tagliato a tocchetti)
2 cucchiaini di sale

Per spennellare:
Latte
Semi di sesamo/papavero

Ingredienti per Hamburger:
720gr di carne macinata di Manzo (75% magro e 25% grasso)
1 uovo
3 cucchiai pieni di formaggio grattugiato
1 cucchiaino di sale
Pepe

RICETTA HAMBURGER

Procedimento per i Burger Buns:
Mescolate il miele con lo zucchero, il lievito e il latte tiepido; disponete la farina in una ciotola, fate un buco al centro e versare man mano il composto con il latte, impastando il tutto.
Aggiungete dunque il burro e il sale e continuate a lavorare l’impasto.
Fate lievitare 2 ore, dopodiché dividete l’impasto in 6 parti, formando delle palline; spennellate i panini ottenuti con il latte e ricoprite con i semi di sesamo/papavero. Fate lievitare ancora per 40 minuti su teglia con carta forno.
Cuocete in forno caldo per 10 minuti a 200° e per altri 5 minuti a 170°, controllando ogni tanto (senza aprire il forno!).
Una volta tirati fuori dal forno, lasciate che si raffreddino un po’, tagliateli a metà in orizzontale e farcite a piacere.

Procedimento per gli Hamburger:
In una coppa mettete la carne macinata, l’uovo, il formaggio e il pepe e iniziate a impastare con le mani facendo in modo che tutto si amalgami il più possibile.
Formate 6 palline da 120 gr ciascuna e schiacciatele piano piano tra le mani fino ad ottenere un disco imperfetto alto circa 2-3 cm (se vi dovesse piacere la carne al sangue fateli alti 3 cm).

con cosa abbiniamo "american vibes - RICETTA HAMBURGER?"

consiglia

Vi è piaciuta la Ricetta Hamburger? Ecco altre ricetta da poter fare ...

Fiori di zucca gratinati ripieni di burrata e olive

Fiori di zucca gratinati ripieni di burrata e olive

Indice Qualcosa su "Fiori di zucca gratinati ripieni di burrata e olive" I fiori di zucca sono nati per essere fritti. In pastella, ovviamente. È inutile negarlo, siamo piuttosto sicuri che sia andata così: Natura/Dio:

Continua a leggere
Panino con frittata di spinaci, maionese al curry e pomodori

Panino con frittata di spinaci, maionese al curry e pomodori

Indice Qualcosa su "Panino con frittata di spinaci, maionese al curry e pomodori" Il panino con la frittata fa subito estate, ma non perché sia particolarmente leggero tanto da poter essere mangiato tranquillamente d'estate senza

Continua a leggere
Fusilli con crema di peperoni e stracciatella

Fusilli con crema di peperoni e stracciatella

Indice Qualcosa su "Fusilli con crema di peperoni e stracciatella" "Quindi ogni cibo ha un sentimento, riassunse George quando provai a spiegargli del rancore acido nella gelatina di uva. Mi sa di sì, dissi. Un

Continua a leggere
Insalata di polpo, cipolla rossa, capperi e senape

Insalata di polpo, cipolla rossa, capperi e senape

Indice Qualcosa su "Insalata di polpo, cipolla rossa di Tropea, capperi e senape" Da un po' di tempo siamo in fissa con la senape. Letteralmente. La mettiamo quasi ovunque e il risultato è che quel

Continua a leggere
CONDIVIDI SUI SOCIAL
insalata di salmone con puntarelle (cicoria asparago), un'idea facile, veloce e sfiziosa per la vostra cena!

Insalata di salmone con puntarelle

RICETTA

Il procedimento è semplicissimo, in una pentola portate a bollore l’acqua e immergeteci il salmone. Fate sobbollire per qualche minuto e poi scolatelo in un piatto, eliminate la pelle e le lische e sfilacciatelo con forchetta e coltello.

A parte, pulite bene le vostre puntarelle e lavatele diverse volte per assicurarvi che non presentino più alcuna traccia di terra. 

Aggiungete un po’ di bicarbonato all’acqua per lavarle un’ultima volta, poi scolatele ben bene e tagliuzzatele ancora un po’ se anche voi soffrite di quel disturbo ossessivo-compulsivo per cui è fondamentale che ogni pezzo di salmone che infilzate con la forchetta sia accompagnato da un pezzettino di puntarella. 🙂

Disponete le puntarelle sopra il salmone sfilacciato e condite con sale, olio e succo di limone q.b..

DAJE

Sì, quello che vedete in foto è salmone e sì, sopra c'è del verde, precisamente delle puntarelle, ma non allarmatevi, non è come sembra! Ora vi spieghiamo tutto.
Sappiamo che vi abbiamo abituati a piatti un po' più elaborati e sicuramente più "strong", ma dal momento che per un po' di tempo dobbiamo stare a casa (l'abbiamo capito tutti, vero? Ci auguriamo di sì.), ci proviamo anche noi a proporre cose da fare per ingannare il tempo!
E per far sì che i chili che (quasi inevitabilmente) prenderemo non coincidano con i giorni in cui resteremo a casa, ogni tanto vi proporremo qualche piatto "light", scusate il termine. Ecco qui: insalata di salmone con puntarelle (cicoria asparago), un'idea facile, veloce e sfiziosa per la vostra cena!

con cosa abbiniamo "Insalata di salmone con puntarelle"?

consiglia

CONDIVIDI SUI SOCIAL
Troccoli di grano arso con sugo di datterino giallo e olive taggiasche, stracciata pugliese a crudo e sfilacci di pancetta croccante.

Datterino mon amour

RICETTA

Come prima cosa, vi consigliamo di mettere su l’acqua per la pasta, la pasta di grano arso richiede tempi di cottura più elevati.

In una padella, mettete l’olio EVO e uno spicchio d’aglio. Quando inizia a soffriggere, versate i pomodorini datterini gialli, precedentemente tagliati. Fate andare i pomodorini per qualche minuto, aggiungeteci le olive taggiasche e mescolate un po’, versando, se serve un po’ di acqua di cottura della pasta. Potete anche evitare di salare il sughetto, in quanto le olive taggiasche di per sé sono già molto saporite, ma in ogni caso, assaggiate (SEMPRE!) e decidete secondo il vostro gusto!

Disponete la pancetta tagliata a listarelle in una pirofila e passatela in forno per qualche minuto (o comunque finché non è bella croccante e abbrustolito) in modalità grill.

Quando la pasta è al dente, scolatela e versatela nella padella con i datterini. Spadellate fino ad amalgamare i troccoli con i datterini.

Dopo aver saltato per bene la pasta, impiattate, posizionando sulla pasta un po’ di stracciatella sfilacciata e la pancetta croccante.

Veniamo fuori da 24 puntate di Masterchef (seguite in tv, chiaramente e non come concorrenti 😅), dove se non tiravi la pasta fresca al matterello non eri nessuno e i giudici, il piatto, nemmeno lo assaggiavano, pure se era una roba tipo "ravioli ripieni di salmone, porro e asparagi con sugo ridotto di carne, chips di carciofo e concassea di pomodoro fresco". Ogni piatto presentato era composto da almeno 18 ingredienti e doveva necessariamente avere almeno 3 consistenze e un'esplosione di sapori tale da evitare a Cannavacciuolo di darti una delle sue famose pacche sulla spalla, salvandoti così la vita.
Capirete bene che l'idea di prepararci uno spaghetto al pomodoro per cena non era la cosa più allettante del mondo, e allora: Troccoli di grano arso con sugo di datterino giallo e olive taggiasche, stracciata pugliese a crudo e sfilacci di pancetta croccante. Forse non è un piatto da Masterchef, ma l'esplosione di sapori è assicurata!

con cosa abbiniamo "Datterino mon amour?"

consiglia

CONDIVIDI SUI SOCIAL
I nostri amici Massi e Francesca, studenti fuori sede a Bologna, hanno fatto delle sofficissime brioches cotte al vapore da urlo!

Ricetta Brioche da fuori sede

Lo abbiamo sempre detto, mangiare rende felici, e mangiare qualcosa preparato con le nostre mani, anche di più!
Per questo, in giorni in cui ci viene chiesto (giustamente!) di stare a casa e uscire il meno possibile, perché non dedicarsi alla preparazione di qualcosa che ci addolcisca un po' il palato e anche le giornate?
I nostri amici Massi e Francesca, studenti fuori sede a Bologna, hanno fatto proprio così e ne son venute fuori delle sofficissime brioches cotte al vapore da urlo!
Guardate un po' qui!

CONDIVIDI SUI SOCIAL