Seleziona una pagina

Risotto (aromatizzato ai funghi) con tartufo e gamberi rossi di Gallipoli

Porzioni:

2

Tempo:

1h 30min

Ideale per:

Pranzo e cena
Qualcosa su “Risotto con tartufo e gamberi rossi di Gallipoli”
Se è vero che cucinare per qualcuno è un atto d’amore, preparargli un risotto è una dichiarazione in piena regola! Ci vuole pazienza e bisogna star lì per almeno 20 minuti a mescolare, anche se su questo ci sono teorie contrastanti, è vero, ma a noi piace pensare che star lì a prenderne cura sia un po’ parte della riuscita del piatto. Ecco, la verità è che ci piace proprio dedicarci a quello che prepariamo. E però ci piacciono anche molto i gamberi rossi di Gallipoli. E i funghi. E il tartufo. E quindi ecco, se questi ingredienti vi piacciono tanto quanto a noi, questo risotto vi conquisterà!
Cosa ci serve per il risotto con tartufo e gamberi rossi di Gallipoli.
• 200 g riso carnaroli (due tazzine e mezzo da caffè) • 40 g di funghi secchi misti • 750 ml di acqua (per il brodo) • 15 g di di tartufo con un po’ del suo olio di conservazione (“Carpaccio di tartufo estivo”, 40g- azienda San Michele, € 6.50) • 10-12 gamberi rossi di Gallipoli • 1 cipollotto • Meno di mezzo bicchiere di vino bianco (va bene anche il rosso, visti gli ingredienti) • Olio EVO • Sale • Pepe
Come si prepara il risotto con tartufo e gamberi rossi di Gallipoli.

Preparate un brodo di funghi con i funghi che avrete tenuto a mollo in acqua per un’oretta, altra acqua ovviamente, mezzo cipollotto, sale e pepe.
Tritate finemente l’altra metà del cipollotto, versate un filo d’olio in padella, fate scaldare un minuto e aggiungete la cipolla tritata. Mescolate e quando la cipolla sarà leggermente dorata, versate il riso, fate tostare qualche minuto e sfumate con due dita di vino bianco (va bene anche rosso).
A questo punto iniziate ad aggiungere il brodo di funghi un mestolo alla volta, facendo prima assorbire il precedente, mescolando con un cucchiaio di legno.
Assaggiate ogni tanto e se necessario aggiustate di sale, tenendo presente che sia il tartufo che i gamberi sono piuttosto saporiti.
Quando il riso sarà quasi pronto, aggiungete il tartufo e un po’ del suo olio di conservazione. Spegnete e mantecate con del burro e una spolverata di parmigiano (questa potete anche ometterla), mescolate e impiattate, aggiungendo un paio di scaglie di tartufo e i gamberi crudi come decorazione. Se preferite, di questi ultimi, potete fare una tartare, eviterete così di doverli tagliare ad ogni boccone (noi ci abbiamo pensato solo dopo).

Nota a margine: inutile dire che con del tartufo fresco questo piatto sarebbe ancora più buono, anzi, sarebbe il massimo. Lo sappiamo. Ma reperire del tartufo fresco non è proprio semplicissimo e nemmeno economico.
Noi ci siamo adattati con quello che avevamo in casa, questo vasetto che spesso utilizziamo per aromatizzare alcune delle nostre preparazioni, e che, vi diremo, fa il suo dovere.

Buon appetito!

Abbinamenti

https://www.facebook.com/danieldifdj

Nicola Didonna consiglia

https://www.buongiornovino.com/vini-bianchi/1263-nahe-dr-crusius-top-of-the-rock-riesling-trocken-2017.html
Nicola Didonna consiglia

Altre ricette

torta carote e noci
Torta carote e noci

Torta carote e noci

Porzioni:10Tempo:60minIdeale per:Colazione e merenda[dsm_perspective_image src="https://fooduria.com/wp-content/uploads/2021/01/b0a84e55-b1f0-4149-829a-667cc1655108.jpg" alt="torta carote e noci" title_text="torta carote e noci" align="center"...

Fooduria

GRATIS
VISUALIZZA