Torta mimosa

Torta mimosa

Indice

Torta Mimosa pezzo di Torta Mimosa

Qualcosa su "Torta mimosa

La mimosa è una di quelle torte che esistono nella nostra tradizione praticamente da sempre. La si prepara di solito per la festa della donna, ma a noi le cose scontate non piacciono e allora eccoci qui. Altra festa, sì, ma non dobbiamo dirvi noi che non c’è bisogno di un giorno apposito per ringraziare le nostre mamme e quello che fanno per noi.
Però un dolce ci sta sempre bene, ecco. 😋 E, cercando qual e là, la ricetta migliore per prepararlo abbiamo notato però che prevedeva quasi sempre l’uso di moooolte uova. Allora abbiamo provato a rielaborarla un po’ e ne è venuto fuori un dolce dal sapore delicato, ma buono e rassicurante al tempo stesso. Un po’ come la mamma, no? ❤️
Qui trovate la ricetta.
Buon week end! 😎


Ingredienti (per uno stampo di 26)

3 uova
150 g di zucchero
100 ml di olio di semi
50 ml di latte
250 g di farina
1 bustina di lievito per dolci

Per la crema:

500 ml di latte
2 tuorli
3 cucchiai rasi di zucchero
3 cucchiai colmi di farina
250 ml di panna fresca da montare

Per la bagna:

50 ml di latte

Procedimento

Separate i tuorli dagli albumi e montate con uno sbattitore i primi con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso; aggiungete quindi l’olio di semi e continuate ad amalgamare per bene. Setacciate la farina e unitela al composto, facendo attenzione a sciogliere eventuali grumi, aggiungete poi il latte e infine gli albumi montati a neve, abbandonando lo sbattitore e mescolando delicatamente con una spatola dal basso verso l’alto. Ricoprite lo stampo con della carta forno e versateci delicatamente il composto.
Infornate a 180° per 25-30 minuti circa.

A questo punto preparate la crema, amalgamando prima i tuorli con lo zucchero e poi la farina, quando avrete ottenuto un composto liscio ed omogeneo aggiungete il latte e mettete sul fuoco, mescolando sempre e tenendo la fiamma piuttosto bassa. Quando la crema si sarà addensata, spegnete e togliete dal fuoco.
Montate ora la panna fredda di frigorifero e unitela alla crema quando quest’ultima si sarà raffreddata, mescolando bene.
Un consiglio: quando montate la panna, mettete mezz’ora la ciotola (vuota) in cui la monterete, in frigorifero e tiratela fuori solo quando vi servirà. Disponete poi due bacchette di ghiaccio sotto di essa, versate la panna e iniziate a montare. Vedrete che sarà molto più facile e veloce, specialmente in estate!
Mettete in frigo la crema ottenuta e passate alla suddivisione del pan di spagna.

Riprendete la torta, tiratela fuori dallo stampo, staccandola dalla carta forno e tagliatela in 2 dischi. Scavate bene (con uno scavino o aiutandovi con un coltello) la base e mettete da parte le briciole che avrete ottenuto (tagliatele ancora a pezzi più piccoli se necessario). Bagnate la base con il latte e riempitela con circa metà della crema. Poggiate sopra il disco che avevate ottenuto tagliando la torta, ma capovolto, bagnate anche quest’ultimo con il latte e ricoprite il tutto (anche i lati) con la crema avanzata. Ora fate un art attack, attaccando le briciole del pan di spagna su tutta la torta e avrete la vostra mimosa.
Mettete in frigo per qualche ora (meglio se per una notte intera) e buon appetito!


Come suona la "Torta mimosa"

consiglia

Cosa beviamo con la "Torta mimosa"

Nicola Didonna consiglia

Grande classico dei dolci la Torta Mimosa, dove dolcezza e grassezza sono gli aspetti che caratterizzano l’esperienza gustativa. Per l’abbinamento con il vino vale sempre la regola dolce+dolce, ma in questo caso abbiamo bisogno anche di altri elementi come sapidità e acidità per smorzare la parte grassa del piatto. La scelta è ricaduta su un grande vino da dessert italiano, prodotto dalle Cantine Maculan di Breganze (Vicenza). Prodotto da uve Vespaiola, il Torcolato Maculan si presenta di un colore giallo dorato, al naso fiori, miele, vaniglia ed al palato grande equilibrio tra dolcezza, acidità e sapidità.

Ecco altre ricetta da poter fare ...

Fiori di zucca gratinati ripieni di burrata e olive

Fiori di zucca gratinati ripieni di burrata e olive

Indice Qualcosa su "Fiori di zucca gratinati ripieni di burrata e olive" I fiori di zucca sono nati per essere fritti. In pastella, ovviamente. È inutile negarlo, siamo piuttosto sicuri che sia andata così: Natura/Dio:

Continua a leggere
Panino con frittata di spinaci, maionese al curry e pomodori

Panino con frittata di spinaci, maionese al curry e pomodori

Indice Qualcosa su "Panino con frittata di spinaci, maionese al curry e pomodori" Il panino con la frittata fa subito estate, ma non perché sia particolarmente leggero tanto da poter essere mangiato tranquillamente d'estate senza

Continua a leggere
Fusilli con crema di peperoni e stracciatella

Fusilli con crema di peperoni e stracciatella

Indice Qualcosa su "Fusilli con crema di peperoni e stracciatella" "Quindi ogni cibo ha un sentimento, riassunse George quando provai a spiegargli del rancore acido nella gelatina di uva. Mi sa di sì, dissi. Un

Continua a leggere
Insalata di polpo, cipolla rossa, capperi e senape

Insalata di polpo, cipolla rossa, capperi e senape

Indice Qualcosa su "Insalata di polpo, cipolla rossa di Tropea, capperi e senape" Da un po' di tempo siamo in fissa con la senape. Letteralmente. La mettiamo quasi ovunque e il risultato è che quel

Continua a leggere
CONDIVIDI SUI SOCIAL
Shopping Basket